Un comitato inesistente e un doppio gioco irriverente: l’onestà di chi non ce l’ha

Chapeau. Il cappello non può che essere levato davanti a tanta buona volontà e dedizione. Spendere la domenica, per alcuni unico giorno di riposo, alla pulizia di Capo Colonna non può che essere un gesto da lodare, riprendere e perché no, anche emulare. Considerato poi, cosa di non poco conto, che il tutto è stato fatto gratuitamente e a proprie spese (guanti, sacchi).

Ora, pensandoci bene, l’intervento non è stato del tutto gratuito. Forse qualche entrata di natura non economica sarà stata preventivata da chi ha organizzato l’iniziativa. Già, chi ha organizzato l’iniziativa? Su Il Crotonese di martedì 17 febbraio 2015, Giuseppe Pipita, nell’articolo che riporta la notizia fa il nome del “Comitato #SalviamoCapoColonna”.

Qui ci troviamo di fronte ad uno strano caso di notizia nella notizia. Quella principale diventa proprio  l’esistenza del comitato. Infatti, le ultime, lo davano per sciolto, sbranato vivo dall’eccessivo protagonismo e dallo scarso senso comune di alcuni. Pipita invece lo da per vivo e vegeto, aggiungendo novità di rilievo: oltre al comitato e ai liberi cittadini – scrive -hanno preso parte all’iniziativa anche gli attivisti “No Cemento a Capo Colonna”.

Come, da un ormai smembrato comitato ora se ne contano addirittura due (anche se comitato non è)? Ne fa di progressi ‘sta tecnologia, direbbe qualcuno. La sera si sbattono porte e si lanciano accuse (di colore giallo e ridicole) e la mattina dopo ci si espone a nome di un comitato che, oltre ad essere stato ripudiato, non esiste praticamente più?

L’onestà intellettuale è a me molto cara, tanto da non ritener opportuno rivedere mie precedenti posizioni riguardo proprio a Capo Colonna e alle accuse di strumentalizzazione che si fecero in quei giorni, per la semplice ragione che, quando le scrissi, rappresentavano la più assoluta verità. Oggi però, a distanza di un mese, le cose sono cambiate. E anche parecchio. Il comitato, per usare un termine caro ad alcuni, è stato boicottato e portato allo scioglimento direttamente dall’interno per meri e palesi motivi d’interesse politico. L’elevato numero di grillini ha pesato come un macigno  sulla stabilità (e aggiungerei serenità e libertà) dei suoi componenti. Solo all’inizio si era infatti riusciti a placare la forte necessità, manifestata indirettamente e incessantemente da diversi esponenti, di rendere la cosa una questione personale da etichettare, a tutti i costi, come Cinque Stelle. I poveri illusi che avevano creduto, come il sottoscritto, che l’erbaccia della presunzione e del narcisismo sfrenato fosse stata estirpata e che il comitato viaggiasse finalmente su un binario comune, con una sola destinazione, sono rimasti scottati, ma certamente, come nel mio caso, non sbalorditi. La smania di protagonismo e l’impellente bisogno di mostrare le proprie velleità di alcune vecchie conoscenze, non rappresentavano certo una novità. L’esperienza, seppur minima, in questi casi serve ma la speranza che l’esperienza venga smentita, aleggia sempre nell’animo di chi fa per fare e non per mostrare sfacciatamente la propria bravura e operosità o, ancor peggio, perseguire obiettivi diversi da quelli dichiarati.

Sarà un caso quello che dopo soli cinque giorni da questo spot elettorale, oltretutto girato con l’ uso improprio di un nome e di una corposa pagina social (per quel che conti), ci sarà un incontro sul tema Capo Colonna organizzato proprio dal meetup cittadino a cui prenderanno parte diversi parlamentari ed europarlamentari grillini, insieme, ovviamente, ad un consistente numero di attivisti mascherati da cittadini del presidio ? Credo di no. Credo più semplicemente sia stata un mossa, per certi aspetti anche astuta (il che è una notizia), ben studiata che non so quanto possa confermare una certa onestà sempre vivacemente ostentata, divenuta prefisso di qualsivoglia dibattito e scudo, immancabile, di ogni attacco.  Sono proprio loro ad attaccare chiunque li obblighi a mettere la mano nella bocca della verità per costringerli ad un faccia a faccia, che poco gradirebbero avere, con la virtù più odiata dall’uomo. Mai capiranno o accetteranno, dipende dai punti di vista, che la furbizia e il doppio gioco fanno parte dell’animo umano, del DNA dell’esistenza, dunque anche del loro. Ciò non significa che loro lo siano più di altri o che altri più di loro, oppure che io lo sia o no in confronto a loro e a chiunque. Più semplicemente a ricordare che i santi non esistono, specie in terra e in politica.

Non esistono neppure la coerenza e la volontà nell’animo di alcuni giovani, incapaci di prendere decisioni e dichiarare guerra vera ai vertici di certi partiti che nonostante dimostrino le proprie incompetenze e nefandezze, palesino i propri giochi di poltrona e non mostrino neppure un barlume di trasparenza, ricevono come guanto di sfida una insulsa nota di dissenso sul giornale che non appena inviata riporterà, nelle loro stanze e nella loro naturale indole, il solito clima passivo e condiscendente. E pure l’età dovrebbe rappresentare una virtù, essere icona di cambiamento. Ma questa è un’altra storia.

La realtà è che si vive in funzione della propria pancia, più banalmente del proprio orto, non provando comunque vergogna ed imbarazzo nell’affermare, convintamente, il contrario.

Perché alla fine di questa (triste) storia sono solo gli altri ad avere precedenti politici (alcuni li chiamano così) o un padre nella cosa pubblica risultando dunque doppiogiochisti e non credibili, tacciabili inverosimilmente di opportunismo preconfezionato. Noi invece, pur dimostrandoci sempre incoerenti e palesando sempre il nostro scopo (secondo), rimarremo sempre candidi e immacolati. Ma con qualche spruzzatina di giallo.

#OccupyCapoColonna is a feeling.

di Antonio Belluomo Anello
Il Pitagorico

3 pensieri su “Un comitato inesistente e un doppio gioco irriverente: l’onestà di chi non ce l’ha

  1. Lei è uno dei tanti autori che preferisce star seduto a scrivere insinuazioni su fatti privi di fondamento, piuttosto che sporcarsi le mani. Mi fate tristezza, cogliere qualsiasi gesto, anche il più nobile, per mettere di mezzo la politica e attaccare le fazioni opposte. Spero che il Suo partito le dia almeno 50 euro per aver insinuato il dubbio in chi legge. Io a chi legge voglio invece dire che la gente che era lì, domenica, era di diversa estrazione politica, perché, per quanto ne so io, questi ragazzi si sono imposti di non esporre bandiere quando agiscono a nome del Comitato Salviamo Capocolonna, e non lo stanno facendo. Sia io che altri presenti abbiamo credi politici diversi da quello che lei, mr. Know-It-All, crede sia alle spalle di tutto. Le posso garantire che è gente che si sta dando da fare senza nessun secondo fine, per quanto Lei provi a strumentalizzare la cosa.
    Le parole vanno via, i fatti restano. La prossima volta faccia meno il prevenuto e si porti i guanti. Se poi ce l’ha personalmente con qualcuno, allora li risolva da solo i suoi problemi di persona anziché regalare odio rendendo partecipi gli altri dei suoi film mentali. Quando scrive, si basi su fatti reali, perché a fare ipotesi siam bravi tutti.
    Saluti.

    Mi piace

  2. Guardi, le risponderei anche, ma perdere tempo con un grillino mascherato non dà certo emozioni alla mia giornata. Si professa di altro avviso politico ma poi cade nella becera critica grillina, secondo la quale chiunque attacchi il puro Movimento debba per forza ricevere dei soldi dal proprio (quale?) partito. Con queste poche righe la saluto, sig. Mario Drago (Guido La Vespa sarebbe risultato più credibile) non prima di averle ricordato che i film mentali hanno dimora fissa nelle teste dei 5Stelle, con i loro complottismi e le loro accuse ridicole che nemmeno un ragazzino delle elementari riuscirebbe mai a pensare.

    P.S. le mani le ho sporcate nei giorni in cui bisognava sporcarsele, non le sporcherei certo ora per fare la campagna elettorale a una banda di opportunisti.

    P.P.S. capisco sia difficile per voi, ma se aveste avuto il dono della comprensione di un testo scritto avreste risparmiato questo (e tutti gli altri) triste commento!11.1!!!!:.1…akskastaa,,

    Mi piace

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...